Dalle primavere arabe al califfato?

fuori collana

2015 f.to 14,5x21 pag. 40

edizioni di maieutica

edizioni di maieutica
fuori collana

2015 f.to 14,5x21 pag. 40

Perché solo in Occidente si è innescato il processo della democratizzazione, per quanto graduale e faticoso e perlopiù incompiuto? Perché si sono formate le classi medie.
Il potere della borghesia, che è quella che fa le rivoluzioni liberali, ha permesso all’Occidente di uscire da un certo tipo di logica, anche se non completamente. In altri Paesi non funziona così: la borghesia non c’è o non si vuole che ci sia. Devi essere molto ricco e molto corrotto, o molto povero, e quindi ricattabile.

Il 10 febbraio 2015, il professor Paolo Branca è stato invitato a tenere una conferenza nella sede dell’associazione Centro Coscienza. Il testo di questo
volume, rivisto dall’autore, è la trascrizione di quell’intervento e della conversazione avvenuta con il pubblico.
Paolo Branca è docente di Lingua e Letteratura araba e di Islamistica all’Università cattolica di Milano. Specializzato nelle problematiche islam-mondo moderno,
con particolare riferimento ai fenomeni del fondamentalismo e del riformismo musulmani, ha pubblicato: Voci dell’islam moderno (1991); Introduzione all’islam (1995); I musulmani (2000); Il Corano (2001); Moschee inquiete (2003); Islamismo (2017). Ha tradotto il romanzo del premio Nobel egiziano Nagib Mahfuz, Vicolo del mortaio (1989).
Il 10 febbraio 2015, il professor Paolo Branca è stato invitato a tenere una conferenza nella sede dell’associazione Centro Coscienza. Il testo di questo volume, rivisto dall’autore, è la trascrizione di quell’intervento e della conversazione avvenuta con il pubblico.
Paolo Branca è docente di Lingua e Letteratura araba e di Islamistica all’Università cattolica di Milano. Specializzato nelle problematiche islam-mondo moderno, con particolare riferimento ai fenomeni del fondamentalismo e del riformismo musulmani, ha pubblicato: Voci dell’islam moderno (1991); Introduzione all’islam (1995); I musulmani (2000); Il Corano (2001); Moschee inquiete (2003); Islamismo (2017). Ha tradotto il romanzo del premio Nobel egiziano Nagib Mahfuz, Vicolo del mortaio (1989).