Divagazioni a Morosolo. Natura

natura

2007 f.to 15x21 pag. 136

edizioni di maieutica

edizioni di maieutica
natura

2007 f.to 15x21 pag. 136

Il poeta Franco Marcoaldi e il regista Franco Piavoli sono stati invitati a trascorrere un fine settimana in campagna: così sono nate le divagazioni a Morosolo sul tema della natura. Dialogando per il diletto di confrontarsi, riflessioni, immagini, ricordi hanno ampliato il discorso in modo imprevedibile.

«di natura naturante il nostro tempo
cancella giorno dopo giorno
ogni residua traccia – perciò ricade
sulle vostre spalle di animali
il peso dell’origine, il marchio
dell’istinto, il pregio
dell’immediatezza, la pienezza
di un’esistenza priva
di ambivalenze, ripensamenti
e stalli, ferocia senza crudeltà,
dolcezza senza sdilinquimento:
il racconto oggettivo
della vita senza note
a margine e commento.»
f. marcoaldi, prologo
Intorno a un tracciato principale – la natura – si è andati vagando nei dintorni, talvolta spingendosi lontano, talaltra rimanendo nei pressi; sempre seguendo il filo di un’intuizione, di una suggestione scaturita nel dialogo tra le persone e nell’incontro con le opere. L’interesse di questa pubblicazione consiste nell’essere testimonianza della coerenza intellettuale e della libertà di pensiero con cui Piavoli e Marcoaldi si sono confrontati tra loro e con i presenti su temi che stanno a cuore a tutti noi perché riguardano l’interrogazione sul senso possibile delle nostre esistenze individuali e delle esperienze che in esse compaiono.
«di natura naturante il nostro tempo
cancella giorno dopo giorno
ogni residua traccia – perciò ricade
sulle vostre spalle di animali
il peso dell’origine, il marchio
dell’istinto, il pregio
dell’immediatezza, la pienezza
di un’esistenza priva
di ambivalenze, ripensamenti
e stalli, ferocia senza crudeltà,
dolcezza senza sdilinquimento:
il racconto oggettivo
della vita senza note
a margine e commento.»
f. marcoaldi, prologo
Intorno a un tracciato principale – la natura – si è andati vagando nei dintorni, talvolta spingendosi lontano, talaltra rimanendo nei pressi; sempre seguendo il filo di un’intuizione, di una suggestione scaturita nel dialogo tra le persone e nell’incontro con le opere. L’interesse di questa pubblicazione consiste nell’essere testimonianza della coerenza intellettuale e della libertà di pensiero con cui Piavoli e Marcoaldi si sono confrontati tra loro e con i presenti su temi che stanno a cuore a tutti noi perché riguardano l’interrogazione sul senso possibile delle nostre esistenze individuali e delle esperienze che in esse compaiono.