Immaginario

quaderni delle mappe

2015 f.to 14,85x21

edizioni di maieutica

edizioni di maieutica
quaderni delle mappe

2015 f.to 14,85x21

L’evento Mappe. Viaggiare il presente nell’anno 2014-15 ha indagato su cibo, immaginario, scienza, moda e corpo. Piccoli vademecum per orientarsi nel territorio del contemporaneo, i Quaderni delle Mappe raccolgono le conferenze di professionisti, esperti, ricercatori e pionieri del cambiamento a dialogo con il pubblico.

n. 3 il lungo sonno di vishnu: eccessi dell’immaginario indiano
giuliano boccali n. 4 «quando sul paese innevato silenziosamente
appare il castello…» giampiero comolli n. 5 realtà,
immaginario e percorsi del tao gian carlo calza n. 6 immaginare atlanti
attraverso le parole giuseppe lupo n. 7 il mondo attraverso
le immagini della scienza paola branduardi maurizio casiraghi
n. 8 «luna tu non sai dirmi perché». l’immaginario sulla luna
in letteratura, scienza e filosofia giulio giorello
antonio sparzani n. 9 mondi virtuali emilio cozzi massimo guarini

 

 Siamo abituati a pensare, da almeno un secolo a questa parte, che la realtà sia nettamente divisa tra ciò che esiste e ciò che non esiste. Non è sempre stato così anzi, la cultura è sempre stata un potente aggregatore di significati multipli, che non ha mai respinto la mescolanza di reale e immaginario, fino a costruire, proprio grazie a categorie dell’immaginazione, alcune delle più convincenti interpretazioni del reale. Idee, credenze, superstizioni sono alla base di molte spiegazioni, a volte anche più nitide e chiare di quelle scientifiche.

n. 3 il lungo sonno di vishnu: eccessi dell’immaginario indiano giuliano boccali n. 4 «quando sul paese innevato silenziosamente appare il castello…» giampiero comolli n. 5 realtà, immaginario e percorsi del tao gian carlo calza n. 6 immaginare atlanti attraverso le parole giuseppe lupo n. 7 il mondo attraverso le immagini della scienza paola branduardi maurizio casiraghi n. 8 «luna tu non sai dirmi perché». l’immaginario sulla luna in letteratura, scienza e filosofia giulio giorello antonio sparzani n. 9 mondi virtuali emilio cozzi massimo guarini

Siamo abituati a pensare, da almeno un secolo a questa parte, che la realtà sia nettamente divisa tra ciò che esiste e ciò che non esiste. Non è sempre stato così anzi, la cultura è sempre stata un potente aggregatore di significati multipli, che non ha mai respinto la mescolanza di reale e immaginario, fino a costruire, proprio grazie a categorie dell’immaginazione, alcune delle più convincenti interpretazioni del reale. Idee, credenze, superstizioni sono alla base di molte spiegazioni, a volte anche più nitide e chiare di quelle scientifiche.